Responsive image
Beb-deum

Wabi-sabi

Edizione bilingue giapponese/italiano
Traduzione dal francese di Alessandro Giarda

Fuoricollana
2023, pp. 60, Leporello illustrato, 14x22 cm (dispiegato 4 m), con astuccio

ISBN: 9788869681462
€ 24,90
Aggiungi al carrello Aggiungi al carrello € 24,90
Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist Aggiungi a wishlist
Sinossi

Wabi-sabi è la quintessenza dell’estetica giapponese, un’etica fondata sulla serena accettazione della transitorietà e dell’imperfezione delle cose che rimanda all’animo profondo del Giappone impregnato di buddhismo zen.
Nel corso dei suoi molteplici soggiorni in Giappone, Beb-Deum sperimenta questo sentimento osservando la natura e le modeste opere umane intaccate dallo scorrere del tempo.
Il disegno, tanto più se è laborioso, diventa così per l’autore una vera e propria forma di meditazione, un pretesto per immergersi nella contemplazione dei santuari giapponesi, con i loro templi e giardini, per godere a lungo della loro purezza e della loro quiete, assaporandone l’umiltà e la semplicità.
I disegni e le annotazioni raccolti inizialmente nei suoi quaderni di viaggio vengono qui riuniti in un leporello (libro a fisarmonica) che ci permette di apprezzare la raffinatezza del tratto e la precisione del dettaglio con cui sono stati rappresentati alcuni dei luoghi più iconici di Kyōto e Nara, rendendoci partecipi di un’esperienza tanto visiva quanto spirituale.

Autore

Beb-deum

(pseudonimo di Bertrand Demey) è nato in Francia nel 1960, è autore di libri illustrati e collabora con diversi periodici. Inizia la sua carriera negli anni ’80 con il magazine «Métal Hurlant» e realizza una dozzina di album a fumetti e carnet di viaggio. Grazie ad alcune residenze all’estero (tra cui quella in Giappone) il suo lavoro è evoluto verso una ricerca puramente grafica sul corpo ibrido che si concretizza, attraverso l’uso del digitale, in un’interrogazione sull’umano nella sua molteplicità e fragilità, sull’individuo di fronte alla globalizzazione. Nel 2010 ha vinto il "Grand prix de l’Imaginaire" e nel corso degli anni le sue opere sono state esposte in diverse mostre collettive o personali. Attualmente vive e lavora a Auvers-sur-Oise. In Italia alcuni suoi lavori sono usciti sulle riviste «L'Eternauta» e «Nova Express». Ha realizzato le copertine dei primi due numeri della rivista «Alterlinus» recentemente rilanciata da Oblomov Edizioni.

Recensioni
Michele Lupo, «Alibi Online», 14/02/2024

Wabi-sabi e Lo Zen e la cultura giapponese

Melissa Pignatelli, «La Rivista Culturale», 17/12/2023

Il Wabi-sabi o l’arte dell’accettazione dell’imperfezione